banner_educazione

EDUCAZIone

Sin dalla sua istituzione nel 1991 la Fondazione è attiva nella sensibilizzazione alla donazione d’organi e nell’informazione ai cittadini sul significato del trapianto di fegato. A tale scopo ha organizzato o ha collaborato all’organizzazione di convegni, incontri e conferenze sul tema. A nome della Fondazione, ritenendo fondamentale rivolgersi ai giovani, sono state organizzate negli anni passati conferenze informative rivolte agli studenti delle scuole medie superiori coinvolgendo insegnanti e genitori.

1999 – La Fondazione contribuì alla organizzazione del congresso, tenutosi a Padova sul tema “Qualità della vita nei trapianti d’organo”. In tale occasione vi fù un ampio dibattito tra esperti sul tema della qualità della vita prima e dopo il trapianto. Per la prima volta a Padova si affrontava l’argomento a livello scientifico ed il risultato del congresso fù che in pazienti con malattie epatiche, insufficienza cardiaca, dipendenza dlal terapia con ossigeno, in trattamento dialitico, il trapianto di fegato, cuore, polmone, rene rappresenta l’unica scelta terapeutica capace di garantire non solo la vita, ma una buona qualità di vita.

2000 – La Fondazione contribuì alla divulgazione dei contenuti del convegno “Formazione del personale infermieristico sulla gestione dei trapianti” tenutosi a Montegrotto (PD). In tale occasione si dette particolare rilievo all’importante figura dell’infermiere dei trapianti. L’infermiere rappresenta infatti una figura di riferimento insostituibile nella gestione dei trapianti, sia per i pazienti che per i loro familiari, lungo tutto il complesso processo assistenziale dalla donazione dell’organo alla riabilitazione post-trapianto.

2002 – La Fondazione contribuì alla divulgazione dei contenuto del Congresso organizzato dalla  Associazione Roberto Farini della Gastroenterologia di Padova sul tema “Il Trapianto di Fegato: problemi aperti” tenutosi presso l’Università di Padova. In tale occasione vennero approfonditi molti temi rilevanti relativi al trapianto di fegato a livello scientifico.

2003 – La Fondazione diede il suo patrocinio alla Conferenza Monotematica dell’EASL (European Association for the Study of the Liver) dedicato a “Strategie per il sostegno della funzione epatica: dalle cellule staminali allo xenotrapianto” svoltosi a Venezia. Vennero trattati argomenti inerenti le potenziali alternative terapeutiche al trapianto di fegato – quali l’uso delle cellule staminali – atte ad eludere la ridotta disponibilità di organi per il trapianto.

2005 – La Fondazioni partecipò alla realizzazione dell’Incontro con la Gastroenterologia, riguardante gli “Aspetti psicosociali nelle malattie infiammatorie croniche intestinali e nel trapianto di fegato” tenutosi a Padova nell’ambito dell’attività didattica e formativa della Gastroenterologia.
La Fondazione contribuì alla divulgazione dei contenuto del Corso di Aggiornamento su ”Estensione dei criteri di idoneità del donatore ed ottimizzazione del trapianto d’organo” svoltosi presso Abbazia di Praglia di Bresseo di Teolo (PD) in collaborazione con il Centro Regionale Trapianti e con la FITOT (Fondazione ONLUS per l’Incremento dei Trapianti d’Organo e Tessuti). I principali temi del corso sono stati l’estensione dei criteri di idoneità del donatore (ad esempio donatore con infezione virale cronica, aumento dell’età del donatore) e dei relativi problemi che ne derivano, liste d’attesa e mortalità, costi e benefici dell’uso di donatori non ottimali.

2006 – La Fondazione ha contribuito alla realizzazione della serata di beneficenza “Spettacolo per la Gastroenterologia” svoltosi presso il centro Congressi “Papa Luciani” a Padova a cui ha partecipò la compagnia teatrale Colonna Infame di Conegliano Veneto (TV). Durante l’evento il pubblico venne sensibilizzato ai problemi delle malattie croniche dell’intestino e dei trapianti di fegato.
Nello stesso anno contribuì all’organizzazione del Corso “Patologie epatiche nei trapianti d’organo” in collaborazione con la FITOT (Fondazione ONLUS per l’Incremento dei Trapianti d’Organo e Tessuti) tenutosi a Praglia (PD).
Inoltre partecipò alla cerimonia dedicata alla solidarietà e alla ricerca medica tenutasi presso il Rettorato del Palazzo del Bo’ dell’Università degli Studi di Padova. In tale occasione la Schola Medica Studii Paduani – costituita da laureandi e giovani laureati in Medicina – incontrò la Fondazione Marina Minnaja. Alla Fondazione vennero devoluti i fondi raccolti durante la settima edizione dell’annuale Festa di Facoltà di Medicina.

2007 – La Fondazione, in collaborazione la Scuola di Dottorato in Biologia e Medicina della Rigenerazione di Padova, con il Presidio Ospedaliero di Cittadella ed il Comune di Cittadella, ha organizzato a Cittadella (PD) l’incontro “Cellule staminali da cordone e sangue cordonale: tra ricerca e applicazioni cliniche”. In tale occasione un gruppo di ricercatori dell’Università di Padova riportò i risultati della ricerca sulle cellule staminali ottenute dal cordone ombelicale umano.

2008 – La Fondazione era presente al Winter Meeting ELITA (European Liver and Intestine Transplant Association) tenutosi a Cortina dal 3 al 5 aprile 2008 ove si riunirono medici e chirurghi provenienti da tutti i paesi europei per discutere sui risultati del trapianto di fegato.

2009 – La Fondazione ha organizzato l’incontro “Etica nella medicina dei trapianti e delle cellule staminali”, affidando la lettura magistrale a Monsignor Fisichella. L’evento si tenne al Palazzo del Bò dell’Università di Padova di fronte a 500 persone.
La Fondazione lo stesso anno partecipò al Festival della Cittadinanza della Città di Padova con l’iniziativa “Sostieni la ricerca. Regala un fiore. Regalati un fiore.” La Fondazione partecipò alla iniziativa “Un goal per l’ Abruzzo – Sanità e carabinieri & friends” presso lo stadio comunale di Conselve. Inoltre lo stesso anno partecipò a trasmissioni televisive – “Le frontiere della medicina” a Telenuovo – in occasione della “Settimana della donazione” al fine di promuovere la cultura della donazione degli organi. Partecipò anche all’iniziativa “Volontariato in chiostro” organizzato dall’Azienda Ospedaliera – Università di Padova.

2010 – La Fondazione ha organizzato l’evento sportivo “In campo per la ricerca”, partita di calcio a scopo benefico, a cui prese parte la Nazionale Calcio TV, svoltasi a Padova.
Inoltre, dal 2010, la Fondazione ha dato l’avvio ad una iniziativa sportiva che si svolge da allora ogni anno, in collaborazione con lo Sci Club Red Team Cortina, chiamata “Sugli Sci per la ricerca”. E’ una competizione sportiva – gara di slalom gigante – a scopo benefico, a cui partecipano ogni anno 250 atleti.

2011 – La Fondazione Minnaja ha partecipato alla “Settimana della Donazione di Organi e Tessuti” evento organizzato ogni anno in una settimana di Maggio con lo scopo di  promuovere la donazione ed i trapianti d’organo.

2012 – La Fondazione ha partecipato all’evento sportivo “La partita del cuore – Sport e Solidarietà”, partita di calcio a scopo benefico, a cui presero parte la squadra della Fondazione Minnaja e la squadra Vecchie Glorie Zuglianesi, svoltasi a  Zugliano (Vicenza).
La Fondazione per la prima volta ha partecipato alla riunione organizzata da LiverPool a Milano, ospiti di COPEV, ove si sono confrontate su argomenti scientifici inerenti i trapianti, numerose associazioni dedicate alle malattie del fegato ed al trapianto d fegato.
Inoltre, la Fondazione ha partecipato insieme ad altre associazioni di pazienti trapiantati, all’incontro organizzato a Udine ove erano presenti decine di studenti di Medicina della Regione Friuli Venezia Giulia.

2013 – Il 6 Aprile del 2013 vi sarà uno spettacolo teatrale dedicato alla Fondazione, organizzato presso il Teatro Comunale di Thiene.

 

SOSTEGNO

Dal 1990 alla fine del 2012 sono stati eseguiti presso il Centro di Padova 1.400 trapianti di fegato. La Fondazione – dal giorno in cui ha iniziato la sua attività – ha offerto ai pazienti in lista di attesa per il trapianto, ai trapiantati ed ai loro familiari, la disponibilità dei suoi Fondatori e Soci per qualsiasi sostegno. Per questo motivo la Fondazione ha una sezione dedicata ai pazienti che viene gestita sul sito da pazienti trapiantati che vogliono offrire la loro solidarietà e sostegno ad altri pazienti come loro, ma anche a chi è in attesa di trapianto ed ai loro famigliari.

Una volta all’anno, dal 2007 ad oggi, la Fondazione assegna il “Premio Fedeltà” come riconoscimento ai pazienti trapiantati che abbiano regolarmente eseguito i controlli presso il nostro Centro da oltre 10 anni. Sono stati premiati pazienti a 20 anni dal trapianto di fegato !  Nel 2010 all’incontro annuale ha partecipato l’Associazione “Amici Trapianto di Fegato” di Bergamo con lo spettacolo musicale del gruppo Rock Band di Michele Colledan, chirurgo dei trapianti del’Ospedale di Bergamo.

 

FORMAZIONE

La Fondazione ha sostenuto la formazione di studenti di Medicina, giovani medici, giovani ricercatori, psicologi, educatori. La Fondazione ha concentrato i programmi di formazione su argomenti inerenti l’educazione del paziente a corretti stili di vita, la informazione del paziente e dei suoi famigliari alla gestione delle malattie croniche del fegato e del post-trapianto, la aderenza del paziente alla terapia prima e dopo il trapianto.

L’obiettivo della formazione sostenuta dalla Fondazione è contribuire alla partecipazione dei professionisti a corsi formativi e congressi.